Doppia
mobilità

Il concetto di Doppia Mobilità, inventato nel 1975 dal Prof. Gilles Bousquet dell’Ospedale Universitario di Saint Etienne e da André Rambert, fondatore di SERF, si basa su due principi fondamentali in ortopedia:

  • Il principio di Charnley, che raccomanda l’utilizzo di uno spessore significativo di polietilene e di una testa femorale di Ø 22,2 mm per ridurre l’usura della coppia di attrito.
  • Il principio Mac Kee – Farrar, che prevede l’uso di una testa femorale di grande diametro per ridurre il rischio di lussazione e l’instabilità della protesi.

La Doppia Mobilità è composta da due elementi:

  • prima mobilità: l’articolazione piccola (testa nell’inserto)
  • seconda mobilità: l’articolazione grande che corrisponde alla mobilità dell’inserto nel cotile

Questo concetto, noto per essere una soluzione efficace per prevenire la lussazione nella chirurgia sia primaria che correttiva, ha ottenuto negli ultimi anni anche il riconoscimento della comunità ortopedica a livello mondiale.

Con la gamma Novae®, SERF propone una serie di prodotti che godono di oltre 40 anni di esperienza clinica con oltre 300.000 cotili impiantati ad oggi.